FVM sotto la Mole

     

http://youtu.be/-8QwhXKDdxU

https://picasaweb.google.com/FerroviaFVM/FVMSottoLaMole#

L’associazione FVM ha allestito la sua mostra al “Trolley Festival” ai Giardini Reali di Torino il 2 dicembre: unico  evento in Italia per tutti gli appassionati dei tram  storici, organizzato da Atts, Associazione Torinese Tram Storici, in collaborazione con GTT, l’azienda di trasporti pubblici torinesi e con il patrocinio della Città di Torino.

In uno dei maggiori centri universitari, culturali, turistici e scientifici del Paese, convivono quindi modernità (la Linea 1 della metropolitana e la nuova Stazione di Porta Susa) e rispetto per le vestigia del trasporto pubblico, rappresentato dall’associazione Atts.

 La linea 1 della metropolitana è stata  la prima in Italia a utilizzare treni VAL (Veicolo Automatico Leggero), il controllo automatico che consente di operare in assenza di personale fisso a bordo con frequenze di passaggi che permettono di trasportare 30.000 persone l’ora.

 La nuova Stazione di Porta Susa, una galleria in acciaio e vetro lunga 385 metri, si propone come rivisitazione moderna del tema della galleria urbana ottocentesca, destinata a diventare la principale stazione torinese.

L’associazione Atts, recupera, gestisce e mantiene in servizio i tram storici non solo della città di Torino ma di altre città italiane, collabora con GTT, il gestore del trasporto pubblico torinese, nell’esercizio della linea 7,  linea storica in esercizio ordinario. Un  importante appuntamento è il Trolley Festival giunto alla 7^ edizione svoltosi Domenica 2 dicembre ai Giardini Reali, con la presenza di migliaia di visitatori,  tantissimi veicoli protagonisti della storia del trasporto pubblico in esposizione sia statica che dinamica.

Nel tram 2592 del 1933 era allestita la mostra della Ferrovia della Valle del Metauro. L’associazione FVM ha ricevuto il plauso e l’incoraggiamento di centinaia di visitatori che hanno ammirato la sua esposizione e conosciuto la sua battaglia di civiltà e di progresso.

Erano esposte le foto storiche di Carlo Bellagamba e Roberto Renzi con immagini della ALn668 (meglio conosciuta come “Littorina”) nel suo percorso da Pesaro ad Urbino, le locandine delle nostre manifestazioni e alcuni cartelloni sulla nostra attività. Venivano visionati contemporaneamente i nostri video sullo stato attuale della linea e di quando i treni  svolgevano regolare servizio.

Un apprezzamento particolare  lo riceveva il diorama dell’ Avv. Edoardo Bondei, appassionato ferromodellista pesarese, rappresentante il fabbricato viaggiatori della stazione di Fermignano e i modelli dei treni in scala H0 che fecero servizio sulla Fano Urbino del socio FVM Giovanni Baldelli: la 740-451 con tender e le carrozze cento porte, le automotrici Aln668 serie 1400 in doppia composizione e il  locomotore diesel 343 con tre vagoni merci.

Sono stati distribuiti cd e broshure che illustravano la storia della ferrovia Metaurense e dell’associazione FVM.

La nostra battaglia è conosciuta oltre i confini regionali e in tanti ci hanno espresso la volontà di venire a visitare la ferrovia Fano Urbino, indispensabile  strumento di turismo, di trasporto pubblico sostenibile ed ecologico che i nostri “amministratori” vogliono distruggere.

http://www.atts.to.it/trolleyfestival/index.php   http://www.atts.to.it/trolleyfestival/TTF_2012.php

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.