Urbino, più turisti ma nessuno si ferma

Nel Messaggero del 15/12/2011 la considerazione del Presidente della provincia per la

nostra battaglia.

Nello stessa pagina una denuncia degli albergatori  dove si evidenzia che ad Urbino anche

se aumentano i turisti pochi si fermano a dormire.

Il nostro socio Alberto Routher-Rutter (Urbanista, mobilità e riequilibrio modale dei trasporti)

aveva evidenziato che “affidare esclusivamente all’autoveicolo privato, agli autoservizi di linea

agli automezzi a noleggio, la possibilità di raggiungere la maggiorparte degli insiedamenti

 di elevato interesse storico-monumentale, significa incrementare

 il turismo “mordi e fuggi” (vedi lettera A. Rutter in notizie flash).

 https://www.ferroviafvm.it/joomla/index.php/component/content/article/3-newsflash/85-lettera-di-alberto-rrutter

 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.