Convegno 11aprile 2015 presentazione progetto

 

Parteciperanno importanti Operatori del trasporto ferroviario, Organizzazioni ambientalistiche e culturali, Personalità politiche ed amministrative locali e nazionali.

Il progetto analizza i seguenti punti:

1. La sostituzione dell’armamento

2. L’eliminazione di gran parte dei PL

3. L’incremento di potenzialità del tracciato in termini di velocità e capienza

4. L’analisi dei flussi di traffico

5. L’inserimento del tracciato nel territorio e le potenzialità anche turistiche dello stesso

6. Una stima dei costi

un link con l’Australia

https://picasaweb.google.com/FerroviaFVM/UnLinkConLAustralia#

Un nostro simpatizzante,l’Ing. Matteo Bellagamba, di recente trasferitosi a Perth ,Austalia Occidentale, sta lavorando in sede progettuale all’ampliamento della ferrovia mineraria Fortescue FMG  e dello scalo d’imbarco del minerale ferroso di Port Hedland.
La Compagnia mineraria possiede la ferrovia per il trasferimento del minerale dal sito di estrazione.
Impiega  15 locomotive diesel elettriche G.E. Dash 9-4400CW e 9 General Motors EMD SD90 da oltre 4.000 CV di potenza, 1.200 tra carri tramoggia, carri botte e tramogge per la manutenzione dell linea.
Un treno tipico ha in composizione 3/5 locomotive , 240 carri che trasportano 33.000 tonnellate di materiale estratto ; il convoglio è lungo cica 2.700 metri.
la Compagnia ha un fatturato medio di 3,5 miliardi di dollari australiani.

La compagnia FORTESCUE METAL GROUP possiede e gestisce questa

ferrovia mineraria che , attualmente, è quella con il più alto carico assiale del mondo : 40 ton/ asse.

Utilizza rotaie costruite in Cina ( probabilmente con l’acciaio ricavato dal minerale australiano) del peso di 68 Kg./m.

E’ in atto un progetto per il miglioramento e l’ampliamento dello scalo marittimo di Hedland e della infrastruttura ferroviaria per il ricevimento dei treni provenienti dalle miniere.

La capacità di trasporto verrà incrementata notevolmente di circa 155 milioni di tonnellate di minerale ferroso.

La ferrovia lavora a ciclo continuo, senza soste, per tutto l’anno.

Lo scorso gennaio si è raggiunto il picco massimo di movimentazione con il record di 210.000 tonn. in un solo giorno , equivalente a sei treni da 35.000 tonn di carico.

Il materiale impiegato( locomotive diesel-elettriche General Electric ed EMD, carri tramoggia e serbatoio (di servizio) è quanto di più moderno si possa reperire sul mercato.

 

Treno speciale posticipato al 13 novembre

Il treno speciale che sarebbe dovuto viaggiare tra Ancona, Fabriano e Pergola il 30 Ottobre, stando alle ultime notizie è stato rimandato al 13 Novembre ma sull’itinerario Jesi-Ancona-Civitanova-Macerata e con alla trazione l’E 626.266 e la 940.006. Non ostante sia stato già stampato un volantino pubblicitario è probabile che ci possano ancora essere dei cambiamenti in particolare sul tratto che verrà effettivamente percorso con la 940 in testa al treno.
Nel caso in cui questo itinerario venisse confermato definitivamente, è probabile che sabato 12 Novembre la 940.006 viaggerà isolata tra Fabriano ed Ancona.

Treno speciale del 30 ottobre

il treno del 30 Ottobre sulla Fabriano-Pergola è stato annullato per le opposizioni in particolare di RFI a far circolare un treno a vapore sulla Fabriano-Pergola che tra l’altro, allo stato attuale, non è una linea ufficialmente chiusa ma solamente una ferrovia sulla quale il servizio viaggiatori è temporaneamente sospeso così come avviene durante l’estate.

In realtà sembra che il vero motivo dell’annullamento del treno sia di carattere più politico perché la regione teme che la circolazione di un treno speciale su una linea dove le corse regolari sono “momentaneamente” sospese, potrebbe avere delle ripercussioni negative sulle amministrazioni locali.

Essendo però il treno già stato pagato, in realtà si dovrebbe parlare non di annullamento bensì di spostamento di data e di percorso.

Potrebbe essere rimandato al 13 Novembre e sull’itinerario Falconara-Fabriano-Tolentino ma, allo stato attuale, non vi è ancora nulla di definitivo.

Treno speciale del 30 ottobre

Un treno a vapore verrà organizzato nelle Marche domenica 30 Ottobre e che vedrà come protagonista la 940.006.

L’incerto futuro della Fabriano-Pergola che l’8 Ottobre scorso ha visto la sospensione delle corse ferroviarie sostituite con autobus (speriamo non definitivamente) e le sorti stesse della 940.006 per la quale non esiste alcun serio programma di mantenimento in esercizio a lungo termine, fanno purtroppo ritenere che questo treno del 30 Ottobre potrebbe essere uno degli ultimi treni a vapore a circolare nelle Marche e forse veramente l’ultimo sulla deliziosa Fabriano-Pergola: a chi non ha mai visto treni speciali a vapore sulla Fabriano-Pergola, consiglio di non perdere questa occasione.

Per quanto riguarda invece la serie di treni speciali nell’Italia centro-nord organizzati tra il 22 ed il 28 Ottobre da un piccolo gruppo di tedeschi, vi rimando al seguente link in tedesco che potrete però tradurre con i traduttori on line:

http://www.dgeg.de/Kalender.php4?action=showDetail&id=1372&layout_id=0&orig_url_enc=/site.php4?site_id%3D23&orig_site_id=23

Rispetto a quanto specificato nel link, abbiamo però saputo che il viaggio è stato parzialmente ridimensionato ed in particolare martedì 25 Ottobre non ci sarà più il treno sulla Fabriano-Pergola che comunque sarebbe stato effettuato con delle normali Aln 668.

Fanesitudine

Libro di aneddoti di Pierfranco Pucci

Il libro in questione è disponibile per i soci FVM al prezzo speciale di 17.00 euro