Anno 2009

Gennaio 2009 – Contunuano i lavori di pulizia della linea in direzione Urbino. Il 17 gennaio, con notevoli sforzi, si giunge al portale dell’ultima galleria prima di arrivare alla stazione della città ducale. A questo punto l’opera è quasi terminata, poichè detratta la linea in galleria, perfettamente percorribile, possiamo affermare di avere quasi raggiunto il nostro scopo. Mancano infatti solo 200 metri per tornare a gustare i deliziosi panini del bar della stazione!
Il 24.01.2009 viene finalmente riaperta la tratta da Fermignano ad Urbino.
Dopo un estenuante lavoro siamo riusciti a giungere al 1° binario della stazione ferroviaria della città Ducale. Ecco le foto dell’evento.

L’associazione partecipa all’assemblea publica organizzata da Sinistra Unita sul tema:

LA LINEA FERROVIARIA “FANO-URBINO“
UNʼOPPORTUNITAʼ DA NON PERDERE TRENO E BICI:
DUE VALIDE PROPOSTE DI MOBILITAʼ SOSTENIBILE
La tesi della ciclabile viene stroncata dalla maggior parte degli intervenuti,” in primis” dal Presidente della Giunta Regione Marche Bucciarelli.

Febbraio: Il mese inizia con l’organizzazione da parte di FVM della “Giornata della Memoria” in ricordo dell’ultimo treno per Urbino. Le foto della giornata.
Proseguono nei sabati successivi le attività di pulizia della linea in direzione Fano. Si giunge nei pressi della zona industriale di Fermignano. (foto)
Marzo: Il 1°Marzo si svolge la 2^Giornata Nazionale delle Ferrovie Dimenticate (volantino) con partecipazione del gruppo Comunale di Protezione Civile di Fermignano, del Sindaco e di altre personalità, nonchè dei soci FVM e del comune di Urbino. Si pulisce la linea fino al sottopasso, accanto ai capannoni della TVS e qualche centinaio di metri più avanti un tratto di circa 200m. Purtroppo non si giunge ancora come sperato ai ponti che passano sul Metauro. (foto) (video)
In totale vengono risanati 3100 metri di binario in direzione Canavaccio con il proposito di raggiungere il fiume Metauro entro breve.
7 MARZO: La Fano-Fermignano –Urbino entra nell’Accordo di Sviluppo delle Infrastrutture siglato da Governo e Regione.

Visite alla linea in direzione  Urbino e Fano; proseguimento lavori di disboscamento presso la Zona Industriale di Fermignano.

Aprile: Lavori di disboscamento verso Monte Polo. Si raggiunge il Metauro all’altezza del primo ponte.
A seguito del terremoto in Abruzzo viene allertato il Gruppo di P.C. Montalbano. Un nostro socio esterno è tra i responsabili della tendopoli di Pizzoli.

Maggio: Inizia l’opera di diserbamento della tratta per Urbino e di quella verso il Metauro.
Il gruppo Montalbano invia due soci a Navelli e Montevecchio-Calascio. Visita alla tendopoli di Pizzoli ed alla linea ferroviaria Rieti-L’Aquila.
Intervento del Gruppo per la protezione di incroci in zona Sant’Ippolito per la  tappa del Giro d’Italia.

Giugno: Completato il primo intervento  di diserbo per Urbino e Monte Polo.  Si inizia a trattare la zona Bellocchi- S.Orso. Inizio degli interventi per il Magazzino della P.C. a Giulianova.

Luglio: Si ripuliscono tratti della linea in zona Cuccurano. Trattamento con diserbante ecologico. Continuano gli interventi su Giulianova a fraquenza quasi settimanale.

Agosto: Interventi a Giulainova.

Settembre: Manutenzione degli autocarrelli a Fermignano.

Ottobre: Festeggiamenti a Napoli per i 170 anni delle Ferrovie in Italia. L’Associazione, invitata, partecipa con il Vice Presidente alla manifestazione.
Decima Festa della Stazione con grande partecipazione di Organizzazioni ed Enti. Successo di pubblico.
Convegno sul ripristino..
Continua la ripulitura della linea “bassa”.
Gita a Marradi per i Treni delle Castagne.

Novembre: Manutenzione mezzi a Fermignano.

Dicembre: Inaugurazione AV/AC Torino-Milano-Salerno. FVM partecipa con il suo inviato.
Esercitazione della Protezione Civile a Cuccurano con ricerca di dispersi. Pieno successo dell’iniziativa.
Trasferimento dell’OM Calabrese all’officina Salcef per revisione. e grande manutenzione.
Inizio bonifica monte Polo- Canavaccio.

Commenti su Facebook

commenti

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *